news
Nuove guide per le FRP Florovivaismo e Riso: Mattavelli e Strada presidenti
09/08/2021

Nuove guide per le FRP Florovivaismo e Riso: Mattavelli e Strada presidenti

Massimo Mattavelli, florovivaista dell’azienda Edilgreen di Varese, è stato eletto presidente della Federazione Regionale di Prodotto Florovivaismo. “Voglio prima di tutto ringraziare il presidente uscente Luca Repossi per l’ottimo lavoro svolto – commenta Mattavelli - . Nonostante il periodo molto complicato che abbiamo vissuto, la gestione precedente è stata molto proficua e attiva, motivo per cui ho chiesto che fosse eletto lui come mio vicepresidente, per dare una continuità all’operato, con la certezza di avere a fianco una persona pronta e preparata a risolvere le problematiche, soluzione condivisa da tutti i presenti”. Gli argomenti all’ordine del giorno nel comparto florovivaistico sono molti. “Desidero pianificare al più presto una riXe per condividere e riassumere le esigenze delle varie province, mettendo in campo le mie idee sempre in un’ottica di continuità rispetto a quello che è stato fatto finora. Una delle questioni importanti oggi riguarda il Ruop, il quale sembrerebbe escludere gli operatori professionali in Lombardia e ciò significherebbe perdere molte piccole realtà che rappresentano lo zoccolo duro della regione”. Altro punto fondamentale sarà chiarire e ottimizzare l’uso del portale Caronte che risulta ad oggi poco efficace, questione di cui il neo presidente parlerà in questi giorni nella riXe programmata con l’assessore Fabio Rolfi. “Una questione importante da risolvere deriva poi dalla capacità di voto di ogni singola regione perchè ad ora la Lombardia è una delle regioni trainanti per il settore ma ha a disposizione un solo voto, a differenza di altre che ne hanno 3. È una disuguaglianza che già avevo messo in risalto precedentemente ma che è giusto continui a essere presa in considerazione e, possibilmente, risolta”. “Garden center e popilla japonica rappresentano poi altri due nodi da sciogliere in attesa del nuovo portale che sta sviluppando Regione che confidiamo renda più veloce e facile la gestione”.

Il neo presidente si è soffermato infine sulla necessità di portare avanti un discorso costruttivo: “Voglio che alla base di ogni nostra scelta ci sia una comunicazione che passi attraverso tutti gli attori della filiera, per condividere e far capire a tutti quali sono le vere esigenze. Tendiamo a dimenticarci dei piccoli e medi florovivaisti che non hanno molto tempo da dedicare alla burocrazia a differenza delle aziende più grosse che contano più personale, ma questi sono una parte fondamentale del nostro settore e dobbiamo assicurarci che vengano sempre tenuti da conto nelle nostre decisioni”.  Nei giorni scorsi si è tenuta anche la Federazione Regionale di Prodotto Risodi Confagricoltura Lombardia che ha eletto Antonio Strada, risicoltore pavese dell’azienda agricola Scaldasole, come nuovo presidente. “L’obiettivo principale del mio operato sarà quello di gestire al meglio la nuova PAC - spiega il neo presidente - . Ci sono dettagli considerevoli da considerare e vanno gestiti al meglio come gli aiuti accoppiati. I tagli che ci aspettano obbligatoriamente compensati dal PSR e dalle pratiche ecologiche per il bene del comparto”.