news
Mercato delle carni e servizi ai soci: un bilancio positivo
01/09/2021

Mercato delle carni e servizi ai soci: un bilancio positivo

Il Consorzio Servizi Zootecnici nel corso della propria assemblea ha fatto il punto della situazione sia sulla propria attività che sull’andamento del mercato delle carni. Il CSZ, costituito nel 2003, oggi vanta 120 soci ed un centinaio di fornitori; opera nella zona centrale della pianura padana, ha tenuto bene nel periodo della crisi pandemica ed è riuscita a fornire i servizi a favore dei soci e con un occhio attento al bilancio che ha chiuso positivamente. Anche se vi è da segnalare che le carni rosse sono meno consumate di un tempo essendo oggetto di eccessive attenzioni da parte di medici e dietologi per non parlare della tendenza ad utilizzare messaggi fuorvianti in etichetta, tipo il “nutriscore”, dietro i quali si nascondono interessi commerciali particolari. Le diete vegane o le carni vegetali, oltre le mode, nascondo interessi enormi. Nel corso del 2020 il prezzo d’acquisto dei bovini ha subito molti alti e bassi. I vitelloni appartenenti a razze specializzate nazionali e francesi si sono attestati attorno ai €/KG 3,80 – 4,10. Le scottone da razze specializzate hanno performato meglio arrivando verso fine 2020 a quotare 4,50 €/kg. Le vacche per contro hanno avuto un andamento annuale molto altalenate. Partite molto bene nella prima settimana del 2020 con prezzi tra compresi tra 1,70 e 2,60 €/kg sono progressivamente calate, con il protrarsi della pandemia, con punte di ribasso anche di 70 cent/kg nel mese di marzo per poi riprendere quota e traguardare a fine 2020 tra 1,60 e 2,50 €/kg. Le carni dei vitelli da macello, complice la totale chiusura della ristorazione, nel corso della pandemia, hanno attraversato periodi di grande difficoltà. Il loro prezzo si è mediamente attestato a €/KG 4,00 – 4,20. Vitelli baliotti: come sempre influenzati dalla stagionalità delle nascite hanno subito nel corso del 2020 fluttuazioni più incisive che nel 2019.Nelle prime 4 settimane del 2020 il prezzo alla stalla, per il vitello commerciabile, era attorno a 1,60 €/KG per poi progressivamente aumentare fino a raggiungere i 2,50 €/KG. I vitelli incrocio di buona conformazione si sono per contro mediamente attestati sui 4,00 – 4,50 €/KG. Nel corso del 2020, Consorzio Servizi Zootecnici ha ulteriormente consolidato il proprio sviluppo. L’andamento positivo del primo semestre 2021 con un aumento rispetto all’analogo periodo 2020 pari a un +10% sul totale dei capi commercializzati e l’equilibrio di bilancio dell’esercizio 2020 ha spronato i vertici della cooperativa a migliorare le strategie intraprese insieme ai soci allevatori che peraltro devono tenere conto delle già citate nuove tendenze alimentari ma anche delle attenzioni della società verso il benessere animale e  l’attenzione all’ambiente.