news
Fris.ital.i , la nuova associazione di razza «governata dagli allevatori»
28/04/2021

Fris.ital.i , la nuova associazione di razza «governata dagli allevatori»

Nel corso di un webinar i vertici di Fris.ital.i hanno illustrato agli allevatori che cosa è e cosa si prefigge questa nuova associazione di razza. «Nata per fare servizi agli allevatori e governata dagli allevatori - hanno detto Elisabetta Quaini e Fabio Curto, rispettivamente presidente e vice presidente della neo nata associazione di razza - che vuole essere libera da condizionamenti di natura politica-sindacale, condizione che se fosse esistita nelle associazioni già esistenti nessuno si sarebbe sognato di lavorare per creare nuove strutture ». Intanto Fris.ital.i sta procedendo nel suo percorso burocratico per arrivare alla piena operatività. Ha messo a punto un proprio statuto ed istituito un libro soci, già ottenuto il riconoscimento giuridico da parte della prefettura di Padova ed è ora in attesa di ottenere il riconoscimento ufficiale di un proprio Libro genealogico da parte del Ministero delle Politiche agricole. Nel frattempo continua l’opera di reclutamento degli allevamenti: al momento sono già 132 con circa 170mila capi. «Vengono messe in atto forme dai toni più o meno ricattatori per dissuadere gli allevatori ad aderire alla nostra associazione - hanno affermato Quaini e Curto, nel loro intervento -, ma gli allevatori non devono avere paura, noi operiamo alla luce del sole per il bene esclusivo degli allevatori e della zootecnia italiana che negli ultimi venti anni ha perso molto del prestigio che aveva accumulato in precedenza. Stiamo investendo sulla ricerca con un gruppo internazionale di tecnici che sta sviluppando programmi genetici basati sui più moderni metodi e con tecnologie all’avanguardia e con il coinvolgimento di diverse associazioni di razza di nuova generazione e in collaborazione con i migliori genetisti in circolazione a livello internazionale ». L’obiettivo è di modernizzare gli strumenti della selezione e della riproduzione animale a bassi costi di gestione perché ci sono sempre meno risorse a disposizione e nel futuro è molto probabile che la selezione debba essere pagata direttamente dagli allevatori. Gli allevatori che lo desiderano possono iscriversi a Fris.ital.i e mantenere l’iscrizione all’attuale Libero genealogico senza temere ripercussioni. Il Libro genealogico è un servizio pubblico in capo al Ministero dell’agricoltura che ha dato in gestione a terzi. Intanto sono cominciati i primi servizi agli allevatori come la tipizzazione del genotipo che può essere fatta sia su base americana che canadese.
Maggiori informazioni sul sito: www.frisitali.it.