news
Confagricoltura Donna Lombardia: pronte a ripartire dopo un anno difficile
10/08/2021

Confagricoltura Donna Lombardia: pronte a ripartire dopo un anno difficile

Cascina Fienilgrande di Offlaga (BS) è stata la sede dell’incontro delle associate di Confagricoltura Donna Lombardia. Dopo lunghi mesi in cui la pandemia ha costretto le imprenditrici a ritrovarsi solo online, questo appuntamento è stato il primo passo verso il ritorno alla normalità per l’associazione. “Abbiamo deciso di incontrarci per dare un segnale positivo - spiega Caterina Brazzola, presidente di Confagricoltura Donna Lombardia -, per dimostrare come poco alla volta potremo riprendere con le nostre attività, incontrandoci più spesso di persona e scambiandoci idee e opinioni in modo molto più attivo”. Durante la pandemia, Confagricoltura Donna nazionale, in collaborazione con l’Anpa, l’Associazione nazionale pensionati, ha deciso di impegnarsi ad aiutare un’azienda agricola situata in una delle regioni più colpite dal Covid, per far sentire la propria vicinanza alle imprenditrici associate. “È stato scelto un agriturismo a metà tra Lombardia e Piemonte - spiega Brazzola - che grazie a questa iniziativa, ha potuto riconvertire gli spazi di cui disponeva in modo da creare zone all’aperto in cui fare attività didattica per i più piccoli. Visto il difficile momento, abbiamo deciso di concentrare le forze a livello nazionale per riuscire a realizzare questo bellissimo progetto e dare ai bambini un nuovo spazio in cui poter divertirsi e imparare a contatto con la natura”. Tra le varie iniziative l’organizzazione delle imprenditrici agricole ha realizzato anche diversi webinar di approfondimento dedicati alle associate. “La Lombardia vuole ripartire e noi in primis - prosegue -. L’anno scorso abbiamo dovuto rinunciare alla “Fattoria del Castello”, il mercato agricolo che annualmente organizziamo all’interno del Castello Sforzesco di Milano e purtroppo anche quest’anno rischia di saltare per tenere alta l’attenzione sull’emergenza sanitaria ancora in corso, ma l’anno prossimo torneremo più volenterose che mai”. Confagricoltura Donna Lombardia era nata come un’associazione che comprendeva una rappresentante per provincia, scelta dal presidente delle varie sezioni, ma negli anni si è sviluppata sempre più, arrivando a includere tantissime imprenditrici pronte a mettersi in gioco. “La recente istituzione della consulta provinciale di Brescia, nata grazie all’impegno di Parvinder Aoulakh, dipendente di Confagricoltura Brescia e impegnata in prima linea nel contrasto alla violenza di genere, ci rende orgogliose: è un chiaro segno di come esista un gruppo numeroso di donne che partecipa in maniera proattiva, pronte a darsi una mano l’un l’altra, a condividere idee e nuove iniziative. Vogliamo puntare su questo, per far sentire la nostra voce e realizzare i tanti progetti che abbiamo in mente”. “Il 25 novembre - conclude - Confagricoltura Donna, in occasione della Giornata  contro la violenza sulle donne, porta avanti un’iniziativa di vendita di clementine, finalizzata a raccogliere fondi per i centri antiviolenza. L’anno scorso i casi di violenza domestica sono aumentati notevolmente quindi oggi più che mai serve intervenire per aiutare tutte le donne in difficoltà. Noi ci siamo e faremo di tutto per aiutarci con tante nuove idee e tanti nuovi progetti, sperando che il prossimo anno ci dia più libertà di movimento”.