news
“Bando estate insieme”, un’opportunità per tutti i comuni della Lombardia
04/06/2021

“Bando estate insieme”, un’opportunità per tutti i comuni della Lombardia

È stato approvato nei giorni scorsi il “Bando estate insieme” dalla Giunta regionale, finalizzato a limitare gli impatti negativi dell’isolamento sui minori, a causa Covid19. Il bando, rivolto ai Comuni della Lombardia, prevede la partecipazione in forma singola o associata, per la realizzazione di un programma di iniziative rivolte all’infanzia e all’adolescenza (0-17 anni) per il periodo 21 giugno-15 ottobre 2021 che abbiano caratteristiche di complementarietà, lavoro di rete, inclusività. Le attività realizzabili potranno essere iniziative per favorire la conoscenza a la fruizione dei beni naturali dell’ambiente e del territorio, anche attraverso la collaborazione con fattorie didattiche presenti sul territorio; iniziative per favorire la conoscenza e la fruizione del proprio territorio attraverso la collaborazione con Enti che valorizzino il patrimonio culturale; interventi di promozione del benessere dei minori, con particolare attenzione agli adolescenti, attraverso esperienze concrete, che possano favorire la socializzazione e lo sviluppo di competenze; attività sportive specifiche attraverso il coinvolgimento delle ASD. Il circuito delle Fattorie didattiche è uno straordinario patrimonio di competenze e professionalità degli operatori agricoli e per questo motivo si invitano pertanto le aziende a proporre la propria attività ai Comuni circostanti le aziende, sollecitandoli a presentare progetti sul “Bando estate insieme”. Regione Lombardia pubblicherà un avviso rivolto ai Comuni, che dovranno presentare un programma di massima in cui indicano tutte le iniziative e le tipologie di Enti che verranno coinvolti, il numero di minori attesi e la possibilità di accogliere anche i ragazzi con disabilità. Regione procederà poi con l’ammissione e la concessione del contributo, a seguito della verifica di coerenza dei programmi presenti rispetto alle indicazioni regionale, fino alla concorrenza del finanziamento disponibile. Infine, i Comuni a seguito dell’approvazione, comunicheranno l’avvio e Regione erogherà l’anticipo pari al 70% del contributo concesso. Infine, dovrà essere presentata la domanda di erogazione del saldo.