news
Florovivaismo, approvato il disegno di legge per il settore “Fondamentale mettere in risalto la figura del produttore”
06/11/2020

Florovivaismo, approvato il disegno di legge per il settore “Fondamentale mettere in risalto la figura del produttore”

VIA LIBERA DALLA CAMERA DEI DEPUTATI

Florovivaismo, approvato il disegno di legge per il settore “Fondamentale mettere in risalto la figura del produttore”
Luca Repossi, presidente della Federazione di prodotto florovivaismo di Confagricoltura Lombardia: “Occorre riconoscere i centri di giardinaggio come parte fondamentale del sistema florovivaistico, con regole certe e di tutela per tutti gli attori della filiera”

La Camera dei Deputati nei giorni scorsi ha dato il via libera al disegno di legge che ridisegna le regole del settore florovivaistico italiano, a firma dell’onorevole della Lega Marzio Liuni e con relatrice Maria Chiara Gadda di Italia Viva. La bozza legislativa, che va ad integrare la legislazione vigente, passerà ora al vaglio del Senato.

“Riteniamo fondamentale – afferma Luca Repossi, presidente della Federazione regionale di prodotto florovivaismo di Confagricoltura Lombardia – mettere in risalto la figura del prduttore, riconoscendo i centri di giardinaggio come parte fondamentale del sistema florovivaistico, all’interno del quale assegnare una tutela per il produttore ed il venditore di un prodotto made in Italy”.

In un momento di grande emergenza sanitaria ed economica, il presidente della Frp ricorda come questo comparto sia importante anche per gli aspetti sociali nei periodi del lockdown: “Nei mesi scorsi, in cui abbiamo assistito alla chiusura forzata di molte attività imprenditoriali, le nostre aziende agricole sono rimaste aperte in quanto è stata riconosciuta al settore florovivaistico una importanza essenziale nella vita delle persone poiché il verde, le piante ed i fiori sono elementi imprescindibili per la nostra quotidianità. Ci auguriamo – conclude Repossi – che questa nuova legge contribuisca a generare una nuova fase imprenditoriale, con regole certe e di tutela per tutti gli attori della filiera”.