news
Confagricoltura Lombardia incontra l’assessore Fava: “Siamo preoccupati per il futuro della Pac”
20.12.2017

Confagricoltura Lombardia incontra l’assessore Fava: “Siamo preoccupati per il futuro della Pac”

IL RESPONSABILE DELL’AGRICOLTURA REGIONALE AL CONSIGLIO DI FINE ANNO
Confagricoltura Lombardia incontra l’assessore Fava: “Siamo preoccupati per il futuro della Pac”
Il presidente Antonio Boselli sulle date elettorali: “Si va verso due appuntamenti per regionali e politiche; sarebbe auspicabile un election day”

Si è svolto martedì pomeriggio nella sede di Confagricoltura Lombardia, in viale Isonzo a Milano, il Consiglio di fine anno dell’organizzazione regionale, con i presidenti e i direttori delle Unioni provinciali.
Al Consiglio ha partecipato come ospite l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianni Fava. La riunione è stata così occasione per fare il punto sullo stato di attuazione del Piano di Sviluppo Rurale di Regione Lombardia, ma anche su tutta l’attività della Direzione Generale Agricoltura nel corso del 2017.
“La visita dell’assessore Fava, in scadenza di mandato, è stata molto gradita – spiega Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia – anche se dalle sue riflessioni sono emerse alcune preoccupazioni per il futuro”. In particolare, l’assessorato regionale e Confagricoltura Lombardia temono una drastica riduzione delle risorse per la futura Politica agricola comunitaria: da un lato il budget comunitario complessivo sarà inferiore (anche per effetto della Brexit), dall’altro ci sono forti pressioni per orientare i fondi verso politiche differenti rispetto a quella agricola.
“Ci auguriamo – continua Boselli – che le istituzioni ci affianchino per chiedere a Bruxelles di continuare a sostenere la nostra agricoltura, che ha un valore ambientale e sociale oltre che economico”.
I dirigenti dell’organizzazione agricola hanno inoltre auspicato che la trattativa tra Regione e Governo, iniziata in seguito al referendum sull’autonomia dello scorso ottobre, possa dare gli esiti sperati per il bene delle imprese e dei cittadini.
Infine, il Consiglio di Confagricoltura Lombardia ha espresso qualche perplessità sul calendario elettorale indicato come probabile anche da Fava. “Sembra – conclude Boselli – che si stia andando verso un voto a inizio marzo per le politiche e a fine aprile per le regionali: consideriamo poco comprensibile e molto dispendioso non unire i due appuntamenti in un unico election day”.