Le notizie
«Una Pac attenta ai giovani»
27.02.2019

«Una Pac attenta ai giovani»

Il presidente di Anga Pavia Mazzoleri: «La Politica agricola comune crei le basi per il futuro delle imprese agricole»


I Giovani di Confagricoltura Pavia hanno partecipato attivamente al convegno dal titolo «Difendere e consolidare le prospettive economiche per le nostre imprese», organizzato da Confagricoltura Pavia lo corso 18 febbraio alle Rotonde di Garlasco di cui parliamo a pagina 5 di questo numero del Corriere Agricolo.
Un appuntamento storico per gli associati di Pavia, ma che ogni anno sa cogliere e mettere sotto i riflettori argomenti di interesse collettivo con l’intervento di autorevoli relatori e politici.
«È stato importante esserci per dimostrare che i giovani sono attenti a quanto sta accadendo in vista della futura Pac – ha dichiarato il presidente dei Giovani Andrea Mazzoleri -. Abbiamo poi avuto modo di parlare con il ministro Centinaio per sottolineare la nostra disponibilità a dare sempre più supporto alla politica affinché intervenga nelle sedi opportune per far in modo che la nuova politica comunitari non ci penalizzi, bensì trovi le modalità per fare crescere, sviluppare e evolversi le imprese agricole lombarde gestite soprattutto da giovani. La richiesta del Ceja, il Consiglio giovani agricoltori europei di cui Anga fa parte, è stata quella di raddoppiare gli aiuti Pac per gli agricoltori giovani, perché è fondamentale mostrare più ambizione o l'obiettivo di rinnovamento generazionale nella futura Pac non sarà raggiunto. Il Parlamento Europeo ha la responsabilità di aiutare i giovani a costruire il loro futuro in agricoltura. Ricevere un reddito decente è fondamentale perché ciò avvenga». La proposta di riforma della Pac della Commissione europea attuale prevede che il 2% dell’ammontare degli aiuti diretti sia destinato a giovani agricoltori.
L’auspicio è quello di riuscire ad ottenere molto di più per poter dare un futuro all’agricoltura europea attraverso l’impegno dei giovani.