Le notizie
I Giovani agricoltori di Milano alla Fiera agricola di Abbiategrasso
23.10.2018

I Giovani agricoltori di Milano alla Fiera agricola di Abbiategrasso

I Giovani agricoltori di Milano alla Fiera agricola di Abbiategrasso


Da sabato 20 a lunedì 22 ottobre Abbiategrasso ha ospitato la Fiera agricola regionale di ottobre. L'evento, una vera e propria manifestazione agro-gastronomica, si svolge in nome della tradizione locale e delle materie prime del territorio. Si sono presentati all’evento diversi stand dedicati al mondo dell'agricoltura, dove sarà possibile assaggiare piatti e prodotti tipici. Non solo: si è offerto anche un focus sulla canapa e una visita alle aziende agricole locali, per scoprire gli animali della fattoria insieme alle famiglie e ai bambini. Infine, alcuni momenti di showcooking hanno animato la due giorni con sapori e divertimento. Ricordiamo che la fiera di Abbiategrasso ha una storia plurisecolare: era agricola la prima fiera che si tenne nel giorno di San Pietro 534 anni fa, per gentile concessione del Duca di Milano, e lo era anche la fiera dell’Ottocento, quando la festa patronale di Abbiategrasso venne spostata alla terza domenica di ottobre. Dal dopoguerra ad oggi, infatti, il comparto rurale ha rappresentato un punto di riferimento per tutta l’attività produttiva, tanto da far decidere, più di 60 anni fa, di affiancare all’appuntamento autunnale la fiera di San Giuseppe. «La Fiera Agricola Regionale di Abbiategrasso è una delle fiere più antiche della provincia di Milano - ha commentato Elisa Dominioni, presidente dell’Anga di Milano - e da sempre la manifestazione punta a promuovere e valorizzare storia, tradizione e innovazione del settore agricolo locale. Un importante momento di aggregazione che abbiamo voluto celebrare anche il forte senso di appartenenza ad una comunità e ad una storia antica grazie alla presenza dei giovani agricoltori della provincia che credono nel proprio passato per costruire il futuro che verrà. Sono molto felice - ha terminato Dominioni - per il fatto che siamo riusciti anche quest’anno a valorizzare le produzioni tipiche del nostro territorio, tra cui l’eccellenza del riso che ha attratto intere famiglie e visitatori da molte zone limitrofe».