news
I giovani di Confagricoltura Lombardia incontrano l’europarlamentare Ciocca
18.07.2018

I giovani di Confagricoltura Lombardia incontrano l’europarlamentare Ciocca

Prosegue l’attività di lobby dei Giovani di Confagricoltura Lombardia che, in sinergia con i senior, intendono portare le loro istanze alla politica per far conoscere da vicino le problematiche dell’agricoltura «giovane», e per dare il proprio contributo nelle fasi decisionali da parte di chi governa.

In quest’ottica martedì 10 luglio si è svolto nella sede regionale di Milano, un incontro con Angelo Ciocca, europarlamentare, componente delle Commissioni ITRE (Industria, Ricerca ed energia) e AGRI (Agricoltura e Sviluppo Rurale) del Parlamento Europeo.

Angelo Ciocca, 45 anni, pavese, ha raccontato ai giovani di avere una vera e propria passione per la politica, che lo ha portato a stare sempre in mezzo alla gente per ascoltare le loro istanze e poi portarle nelle sedi opportune: dal Consiglio comunale, da cui è partito, per arrivato al Consiglio regionale della Lombardia, sino a raggiungere il parlamento Europeo di Bruxelles.

L’incontro, al quale hanno partecipato numerosi giovani di tutte le provincie della Lombardia, è stata l’occasione da parte di Ciocca per raccontare un po’ da vicino una istituzione che sembra così lontana, ma che assume decisioni che condizionano pesantemente l’economia del nostro paese e che spesso venga sottovalutate o ritenute «troppo lontane».

Particolare rilievo è stato dato a come debba essere svolta l’attività di lobby per far in modo che sia efficace, partendo dall’importanza del coinvolgimento attivo dei cittadini e delle imprese, ai fini del processi decisionali.

Altro tema di estrema rilevanza, sottolineato a gran voce dall’europarlamentare, è quello delle fonti di finanziamento europeo, che non vengono utilizzate, soprattutto dall’Italia, spesso per mancanza di conoscenza o per timore che l’eccesso di burocrazia ne impedisca l’utilizzo.

Il fatto di non attingere alle risorse comunitarie spesso è una questione di «cultura» per così dire di abitudine, che però ha permesso ad altri paese, ad esempio la Germania, di realizzare con risorse comunitarie, progetti molto costosi e particolari.

È pertanto utile conoscere le varie fonti, le modalità per fruirne e quali tipologie di progetti possono essere finanziati.

Trattandosi di una platea prettamente agricola, l’ago della bilancia si è poi spostato sui temi dell’agricoltura, che Ciocca conosce molto bene e che sta monitorando da tempo, anche grazie al supporto di Confagricoltura Milano/Lodi.

Ciocca ha poi invitato i Giovani di Bruxelles a visitare il Parlamento e a vedere da vicino il funzionamento della macchina organizzativa europea e il Presidente regionale dei Giovani, Alessandro Marinoni, si è preso l’impegno di organizzare l’incontro, magari anche alla presenza di altri politici e funzionari, ai quali portare istanze circa le problematiche «tecniche» del settore.

Un incontro di confronto e conoscenza, che non potrà che far crescere i Giovani.