news
Suinicoltura e benessere animale: un convegno per fare il punto
04.06.2018

Suinicoltura e benessere animale: un convegno per fare il punto

LUNEDÌ 11 GIUGNO A CREMONA
Suinicoltura e benessere animale: un convegno per fare il punto
A CremonaFiere un incontro con i tecnici di Regione Lombardia e dell’Istituto Zooprofilattico e con i rappresentanti del settore per un approfondimento sulle normative vigenti e sulla malattia di Aujeszky

Proseguono gli attacchi mediatici al settore suinicolo mentre gli imprenditori del comparto sono impegnati da anni nella complessa attuazione delle norme sul benessere animale, attraverso numerosi e pesanti investimenti.
Per fare il punto su questa tematica e per un approfondimento sulla malattia di Aujeszky, Confagricoltura Lombardia ha organizzato un convegno in programma lunedì 11 giugno, alle ore 17.30, nella sala Stradivari di CremonaFiere.
Dopo l’introduzione di Davide Berta, presidente della Sezione economica allevamenti suinicoli della Libera di Cremona, sono previsti gli interventi di Antonio Vitali (assessorato alla Sanità della Regione) che affronterà il tema del benessere animale nella suinicoltura, di Loris Alborali (Istituto Zooprofilattico) per un approfondimento sul ruolo dell’allevatore nell’analisi del rischio e di Marco Farioli (assessorato alla Sanità della Regione) per una relazione sulla malattia di Aujeszky, sulla normativa e sulla relativa applicazione in Regione Lombardia.
L’appuntamento sarà completato dalla riflessione di Stefano Salvarani (presidente della Sezione suinicola di Confagricoltura Lombardia) sulle strategie per la difesa della filiera suinicola e dalle conclusioni di Claudio Canali (presidente della Federazione nazionale allevamenti suinicoli).
Sono invitati tutti gli allevatori, gli operatori del settore ma anche i giornalisti: si tratta di un’occasione importante per sottolineare come gli imprenditori lombardi siano profondamente impegnati per portare avanti la propria attività con grande attenzione nei confronti del benessere animale e nel pieno rispetto delle normative comunitarie, italiane e regionali.