news
I ministeri delle Politiche agricole e dell’ambiente aprono a deroghe per lo spandimento dei reflui nei mesi invernali
04/12/2019

I ministeri delle Politiche agricole e dell’ambiente aprono a deroghe per lo spandimento dei reflui nei mesi invernali

I ministeri delle Politiche agricole e dell’ambiente aprono a deroghe per lo spandimento dei reflui nei mesi invernali

Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia: “Una decisione fondamentale che permetterà alle imprese zootecniche di superare gravi problemi di stoccaggio. Ringraziamo l’amministrazione regionale per essersi fatta portavoce della nostra istanza”

Si è svolto oggi a Roma un importante incontro tra i funzionari del ministero delle Politiche agricole, del ministero dell’Ambiente e della Regione Lombardia finalizzato ad analizzare la proposta presentata dall’amministrazione regionale, su sollecitazione di Confagricoltura Lombardia, di derogare al divieto di spandimento dei reflui zootecnici nei mesi di dicembre e gennaio.

“Da Roma – commenta Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia – sono arrivate importanti aperture per permettere lo spandimento anche in questi mesi: siamo particolarmente orgogliosi per i risultato raggiunto, che va incontro alle richieste che abbiamo presentato per primi e con sollecitudine. Come avevamo fortemente sottolineato infatti – prosegue Boselli –, le ripetute ondate di maltempo che hanno colpito la Lombardia nel corso del mese di novembre hanno messo in seria difficoltà le imprese agricole: nelle scorse settimane, infatti, le aziende non hanno potuto effettuare spandimenti a causa delle condizioni dei terreni, pena gravi danni anche sul fronte dell’inquinamento. Garantire la possibilità di effettuare spadimenti in alcune finestre temporali dei mesi invernali – dice ancora il presidente di Confagricoltura Lombardia – permetterà alle imprese zootecniche di superare gravi problemi di stoccaggio dei reflui”.

I ministeri, oltre a mostrarsi disponibili a risolvere questa situazione di emergenza, hanno inoltre preso atto che le condizioni climatiche impongono ormai un aggiornamento del decreto che disciplina la materia, per rendere più flessibile il calendario dei lavori di fertilizzazione organica.

Confagricoltura Lombardia ringrazia la Regione Lombardia, in particolar modo l’assessore all’Agricoltura Fabio Rolfi e i funzionari della Dg Agricoltura, “per aver accolto con sollecitudine le nostre richieste – conclude Boselli – in considerazione della vocazione zootecnica che caratterizza il territorio lombardo”.