news
Elezioni europee, Boselli: “Congratulazioni ai deputati lombardi eletti, ora lavoriamo insieme per il futuro dell’agricoltura dell’Unione europea”
27/05/2019

Elezioni europee, Boselli: “Congratulazioni ai deputati lombardi eletti, ora lavoriamo insieme per il futuro dell’agricoltura dell’Unione europea”

L’APPUNTAMENTO ELETTORALE

Elezioni europee, Boselli: “Congratulazioni ai deputati lombardi eletti, ora lavoriamo insieme per il futuro dell’agricoltura dell’Unione europea”

Il presidente di Confagricoltura Lombardia: “Chiederemo agli europarlamentari provenienti dalle nostre province di operare per un piano strategico di ampio respiro che rimetta l’impresa al centro di una politica di sviluppo sostenibile”

“Desidero, a nome della nostra organizzazione regionale e di tutti gli agricoltori lombardi, congratularmi con i parlamentari lombardi eletti, in particolare con coloro che per la prima volta faranno il loro ingresso nel Parlamento europeo”. Queste le parole di Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia, all’indomani dell’appuntamento elettorale.
“Auguro buon lavoro – prosegue Boselli – ai parlamentari con cui già collaboriamo da tempo e che sono stati confermati, come Massimiliano Salini di Forza Italia, Angelo Ciocca ed Oscar Lancini della Lega, Patrizia Toia del Pd, Eleonora Evi del Movimento 5 Stelle, Carlo Fidanza di Fratelli d’Italia che torna dopo una legislatura di assenza e a coloro che, anche se la ripartizione dei seggi non è ancora ufficiale, hanno avuto la certezza di essere eletti per la prima volta, ossia all’ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia e all’attuale assessore comunale milanese Pierfrancesco Majorino per il Pd e ad Isabella Tovaglieri per la Lega”.
Confagricoltura Lombardia, nei mesi che hanno preceduto l’appuntamento elettorale, aveva sottolineato l’importanza di queste elezioni a livello europeo, perché il nuovo Parlamento e la Commissione che ne sarà emanazione si troveranno ad affrontare subito la sfida della nuova Politica agricola comune (Pac).
“Come abbiamo evidenziato anche nel corso della recente assemblea nazionale a Milano – dice ancora il presidente di Confagricoltura Lombardia -, da imprenditori che operano in un mercato comune chiediamo regole europee reciproche, partendo dal sistema fiscale, che invece oggi opprime le aziende italiane e le penalizza rispetto agli altri Paesi: l’armonizzazione delle norme deve riguardare anche il costo del lavoro e le pratiche ambientali. Chiederemo agli europarlamentari eletti e provenienti dalle province lombarde – aggiunge Boselli – di lavorare per rimettere l’impresa al centro di un programma strategico di ampio respiro per uno sviluppo sostenibile. Siamo a disposizione dei componenti del nuovo Parlamento Ue – conclude – per portare loro la voce delle imprese e fornire indicazioni importanti per lo svolgimento dell’attività legislativa”.