news
Boschi, l’Associazione regionale incontra l’assessore Rolfi: “Il settore non può più essere trascurato come negli ultimi anni”
15.05.2018

Boschi, l’Associazione regionale incontra l’assessore Rolfi: “Il settore non può più essere trascurato come negli ultimi anni”

L’INCONTRO A PALAZZO LOMBARDIA
Boschi, l’Associazione regionale incontra l’assessore Rolfi: “Il settore non può più essere trascurato come negli ultimi anni”
Il presidente Livio Bozzolo: “Riteniamo necessario riprendere il confronto interrotto con la Regione, mettendo mano ai regolamenti di viabilità, contrastando il lavoro nero e la concorrenza sleale e programmando adeguatamente il taglio delle foreste regionali”

Si è svolto nei giorni scorsi nella sede di Regione Lombardia un incontro tra i rappresentanti dell’Associazione Regionale Imprese Boschive della Lombardia e l’assessore regionale all’Agricoltura, Fabio Rolfi. Per Confagricoltura Lombardia ha partecipato Livio Bozzolo, presidente della Federazione regionale di prodotto Risorse boschive e Produzioni legnose e presidente della stessa Associazione.
L’organizzazione si è costituita nel 2003, raggruppa la maggior parte delle imprese boschive lombarde (oltre 300, presenti soprattutto in Valtellina, Valcamonica, nel Varesotto e nelle altre valli alpine, con circa 1.000 dipendenti) ed è trasversale alle organizzazioni di categoria.
Nel corso del confronto con l’assessore, è stato sottolineato come negli ultimi anni si sia interrotto il proficuo rapporto di collaborazione con la Regione che aveva caratterizzato il periodo della nascita e dello sviluppo dell’Associazione.
“Segno del cambiamento – spiega Bozzolo – è che noi, come altri portatori di interesse del settore forestale, non siamo quasi mai più stati né convocati né interpellati, forse perché meno rumorosi o questuanti rispetto alle aziende agricole di pianura”.
Per questo motivo, il vertice con l’assessore Rolfi è stato propizio per fare il punto su alcuni temi di grande interesse per il comparto.
“Abbiamo chiesto – continua il presidente dell’Associazione – di mettere mano ai regolamenti relativi alla viabilità agrosilvopastorale, a causa delle gravi difficoltà per le imprese che operano dei territori di Comunità Montane che applicano alla lettera le regole approvati. Inoltre – aggiunge – riteniamo fondamentale lavorare con la Regione su concorrenza sleale e lavoro nero, certificazione forestale, programmazione e pianificazione dei tagli: nei nostri boschi viene tagliato il 20% di quanto cresce in un anno, in Austria siamo al 90%. Riteniamo – conclude Bozzolo – che questo settore così importante per il territorio e per l’ambiente non possa più essere trascurato e necessiti di un sostegno da parte delle istituzioni”.