news
Bonus verde, Boselli: “La mancata conferma della misura sarebbe in contraddizione con i propositi di lotta ai cambiamenti climatici”
22/10/2019

Bonus verde, Boselli: “La mancata conferma della misura sarebbe in contraddizione con i propositi di lotta ai cambiamenti climatici”

IL PROVVEDIMENTO ESCLUSO DAL DECRETO FISCALE

Bonus verde, Boselli: “La mancata conferma della misura sarebbe in contraddizione con i propositi di lotta ai cambiamenti climatici”

Il presidente di Confagricoltura Lombardia: “Ci auguriamo che il ministro Bellanova mantenga gli impegni presi, per sostenere un settore che punta alla sostenibilità ed alla qualità della vita e che fa bene all'ambiente”

L’ultima versione del decreto fiscale in fase di approvazione ha escluso la conferma del cosiddetto “bonus verde” per gli anni 2020 e 2021.

“Riteniamo questa decisione del tutto inappropriata rispetto all’attuale situazione  – afferma Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia – perché solo dando continuità ad uno strumento che nel 2018 e quest’anno ha permesso di far crescere il verde privato, in giardini, terrazzi e balconi, è possibile garantire una boccata d’ossigeno alle imprese vivaistiche ed addette alla manutenzione del verde. Peraltro – prosegue Boselli – questa misura è importante anche per la difesa dell’ecosistema e per il contrasto ai cambiamenti climatici: in una fase storica in cui si parla molto di sostenibilità, il bonus verde andrebbe anzi rafforzato, aumentando il massimale di spesa ammissibile e la percentuale di detrazione”.

Questi temi sono stati sottolineati da Confagricoltura Lombardia al ministro delle Politiche agricole, Teresa Bellanova, anche nel corso dell’incontro avuto a Milano, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede dell’organizzazione.

“Ci auguriamo – conclude il presidente – che il ministro mantenga gli impegni presi, chiedendo la conferma di questa misura per sostenere un settore che punta alla sostenibilità ed alla qualità della vita e che fa bene all’ambiente: la mancata conferma del provvedimento sarebbe in contraddizione con gli sforzi previsti per l’impiantamento di nuovi alberi e per l’incremento del verde al fine di mitigare il cambiamento del clima”.