news
Biometano, oggi a Roma un accordo per sostenere la crescita in Italia di una energia rinnovabile, pulita, programmabile e flessibile
18/04/2019

Biometano, oggi a Roma un accordo per sostenere la crescita in Italia di una energia rinnovabile, pulita, programmabile e flessibile

UNA NUOVA INTESA DI FILIERA TRA IL SETTORE AGRICOLO E QUELLO INDUSTRIALE
Biometano, oggi a Roma un accordo per sostenere la crescita in Italia di una energia rinnovabile, pulita, programmabile e flessibile
Oltre alla nostra organizzazione sindacale, hanno firmato CIB, Eni, FPT Industrial, IVECO, New Holland Agriculture e Snam. Per il presidente di Confagricoltura Lombardia, Antonio Boselli, questo patto “è la testimonianza che il biometano ha davvero cambiato il modo di fare agricoltura”.

“Siamo sulla strada giusta – ha esordito Antonio Boselli, presidente di Confagricoltura Lombardia dopo la sigla dell’accordo per attuare gli obiettivi del decreto sul biometano –: oggi a Roma abbiamo avuto l’ennesima testimonianza che questa risorsa sostenibile è la via per realizzare un’economia sempre più circolare che valorizza le risorse organiche come richiesto anche dagli ultimi indirizzi europei”.
Dopo l’emanazione del decreto del 2 marzo 2018 che ha approfondito la promozione dell’uso del biometano e degli altri biocarburanti avanzati nel settore dei trasporti, arriva quindi un accordo di filiera del settore agricolo e industriale che vuole rispondere all’esigenza di raggiungere il target prefissato per il 2020 sulle energie rinnovabili nei trasporti e si proietta già nel percorso di decarbonizzazione previsto dalla strategia Clima Energia. Come si è ricordato nell’incontro di oggi a Roma, sono state promosse nuove sfide per la mobilità sostenibile prevedendo di raggiungere una quota rinnovabile del 21,6% al 2030 e contribuendo contemporaneamente alla riduzione dell’inquinamento atmosferico e al contrasto ai cambiamenti climatici.
“Siamo fieri di far parte del gruppo di rappresentanze nazionali che hanno aderito a questo accordo – ha concluso il presidente Boselli – e sono sicuro che questa nuova ed importante collaborazione nell’ambito della mobilità sostenibile porterà risultati tangibili non sono in agricoltura, ma anche nella ricerca e nello sviluppo per tutti i cittadini italiani”.