news
A Pavia gli incontri dei vitivinicoltori con i buyer internazionali
20.11.2018

A Pavia gli incontri dei vitivinicoltori con i buyer internazionali

CONFAGRICOLTURA LOMBARDIA E PAVIA INSIEME A CONFAGRI PROMOTION
A Pavia gli incontri dei vitivinicoltori con i buyer internazionali
A Riccagioia l’evento “Oltrepò Pavese: Terra di buon vino e paesaggi incantevoli” a cui hanno partecipato oltre 13 importatori provenienti da 5 nazioni diverse per portare nel mondo i sapori e la storia di un vino da conoscere e raccontare.

Proprio in questi giorni e fino al 21 novembre il territorio dell’Oltrepò Pavese, su iniziativa di Confagricoltura Pavia e Confagricoltura Lombardia, ospiterà un incoming con 13 operatori provenienti da Canada, Stati Uniti, Vietnam, Singapore e Taiwan, per fare conoscere le aziende e i luoghi in cui affondano le radici. “Sono diciassette le aziende vitivinicole che hanno aderito a questa iniziativa e che stanno mettendo in mostra i propri prodotti migliori per far conoscere la terra del buon vino e paesaggi incantevoli - ha affermato Giuseppe Cavagna di Gualdana, presidente di Confagricoltura Pavia -. Per il nostro territorio è un’occasione importante da sfruttare fino in fondo: i nostri vini infatti hanno un profondo legame con i luoghi da cui provengono e in questi giorni vorremo sottolineare proprio questo aspetto”.
Proprio oggi, nella struttura Ersaf di Riccagioia 17 aziende agricole stanno vivendo una giornata di incontri con i 13 operatori provenienti da diversi Paesi per fare conoscere i vini dell’Oltrepò Pavese ed assaggiare le eccellenze vitivinicole della zona.
“L’Oltrepò Pavese, conosciuto anche come “Vecchio Piemonte”, è una delle tre aree territoriali della provincia di Pavia con caratteristiche proprie, insieme a Pavese e Lomellina - ha ricordato il presidente di Confagricoltura Lombardia, Antonio Boselli -. Oggi l’Oltrepò a forma di grappolo d’uva, è la seconda area italiana per superficie dedicata al vino, con 13.200 ettari, di cui 10.800 a DOC e 1.000.000 circa di ettolitri l’anno: sono numeri importanti ed è giusto farli conoscere all’esterno e a tutti coloro che voglio importare la nostra eccellenza”.
Domani, 21 novembre, gli operatori verranno accompagnati in visita in 5 cantine dell’Oltrepò
in rappresentanza di tutte quelle che partecipano all’iniziativa, per coglierne le diverse caratteristiche e le storie da raccontare.