Le notizie
Anga Brescia in festa a Offlaga mercoledì 4 settembre
01.08.2019

Anga Brescia in festa a Offlaga mercoledì 4 settembre

Sarà l’agriturismo Fenil Grande a Faverzano di Offlaga (nella foto qui sopra) ad ospitare mercoledì 4 settembre la tradizionale festa dell’Anga (Associazione nazionale giovani agricoltori) di Brescia, l’organizzazione guidata dal presidente Giovanni Grazioli con i vicepresidenti Diego Gualeni e Marco Bettoni. Lo scorso anno i giovani di Confagricoltura hanno celebrato i propri sessant’anni di storia. Quest’anno la festa sarà occasione per ritrovarsi insieme ma anche per presentare le iniziative dell’Anga per i mesi successivi.
In questi ultimi anni, l’azione di Anga Brescia è stata orientata a migliorare tutte quelle condizioni che permettono la permanenza e l’inserimento di forze imprenditoriali giovanili in agricoltura. La tematica del ricambio generazionale, che fa da filo conduttore nei rapporti con il mondo politico e le altre associazioni giovanili, si realizza attraverso continue iniziative volte a favorire l’imprenditoria giovanile in modo concreto.
Altrettanto fondamentali sono stati gli obiettivi nell’ambito della formazione dei giovani, intesi sia come futuri dirigenti sindacali, sia come imprenditori che entrano nel mondo del lavoro in una fase di profonda crisi economica: in questo senso, un ruolo di primo piano è stato svolto dal progetto formativo Academy Anga. Non meno importante la serie di attività e di progetti legati alla comunicazione, finalizzati alla tutela degli agricoltori e dei consumatori, alla diffusione di informazioni e alla maturazione di una nuova consapevolezza di agricoltura e alimentazione che guardano alla sostenibilità, all’ambiente e alla tutela delle biodiversità. «Vogliamo continuare ad essere “proattivi” all’interno di Confagricoltura Brescia - spiega il presidente Grazioli - una realtà associativa che ha sempre tenuto in considerazione noi giovani. Abbiamo tante idee e desiderio di crescita: Anga deve essere strumento per realizzarci come imprenditori e persone e, di conseguenza, un mezzo per migliorare l’organizzazione del futuro».